La pazienza è fondamentale in amore

In amore la pazienza è fondamentale

La pazienza è la virtù dei forti dicevano, finalmente dopo anni in cui solo a sentire questa frase mi viene l’orticaria, riesco ad accettare, anzi ad apprezzare e capire questa filosofia. Un mantra da ripetersi specialmente in amore, perché spesso la mancanza di calma provoca danni irreparabili alle relazioni.Vorrei parlarvi di questa mia recente scoperta, testata proprio in prima persona. In primis vorrei fare una piccola distinzione tra portare pazienza e lasciarsi manipolare: sono due cose totalmente diverse, una ha a che fare con la comprensione, l’altra con la mancanza di rispetto per se stessi. Quindi vi prego di non confondere il mio concetto, non voglio spingere nessuno a diventare accondiscendente sotto ogni punto di vista, ma invito ad analizzare bene la situazione e, se non ci sono mancanze di rispetto, suggerisco di portare più pazienza in amore.

Premetto che io non sono per niente una persona paziente, specialmente in amore. Questo forse perché non avevo mai trovato una persona che mi desse sicurezza e, quindi, tutti i dubbi che avevo sul rapporto sfociavano in ansie, che si tramutavano in pressioni velate (o meno) sulla persona che stavo frequentando. Quando, invece, ho conosciuto un altro tipo di uomo, totalmente affidabile e che mi dava sicurezza, ho iniziato a rendermi conto di quanto fosse importante, a volte, portare pazienza. Tra l’altro questo io l’ho sempre fatto sia con gli amici che con la famiglia, ma anche con i colleghi, ma MAI con il partner.
Ho sperimentato la pazienza in amore e devo dire che questo è stato più che positivo; cercando di mettermi “nelle sue scarpe” e trattenendomi da reazioni impulsive ho ottenuto una comunicazione più sincera e chiara, purificata da sarcasmi inutili o frecciatine malefiche. Mi riferisco a quel parlarsi chiaro che non necessita di urla per esprimere anche il disappunto, ma a quel modo di comunicare con tranquillità, dolcezza e sincerità che aiuta una relazione (di qualsiasi tipo) a crescere. Mi sono resa conto così, che molto spesso i conflitti non nascono tanto dai problemi, ma dal modo che abbiamo di comunicare tali problemi: un discorso fatto con calma e con un tono di voce pacato non è remissivo, questo non significa che bisogna tacere, ma il tono aggressivo e troppo alto non porta di certo ad essere ascoltati con maggiore attenzione, anzi!

Vi svelo un piccolo segreto: questa mia svolta e questo passaggio da donna ansiosa a donna paziente in coppia non è stato proprio spontaneo al 100%. Diciamo che mi sono ritrovata a dover modificare il mio atteggiamento, dato che la mia persona speciale non parla la mia stessa lingua, quindi per spiegarmi con chiarezza ho dovuto eliminare i toni troppo nervosi e le paranoie inutili. Un passaggio un po’ forzato quindi per me, ma che senza dubbio consiglio veramente a tutti, per una vita molto più serena sia in coppia che da single!