“I baci non sono mai troppi” le amiche protagoniste del libro di Raquel Martos

“I baci non sono mai troppi: se ne possono dare tanti senza paura di esaurirli, ed è l’uso migliore che se ne possa fare”. Questo è un breve estratto del romanzo di Raquel Martos.
Il libro vede come protagoniste due amiche che si ritrovano dopo anni e si vedono complici di un’importante sfida.

Cercavo un libro da leggere e mi sono ritrovata a girovagare per la Feltrinelli della mia città; ho scovato una di quelle promozioni che solitamente evito come la peste, uno di quei 2×1 su alcuni romanzi che non promette mai nulla di buono. Ho sempre snobbato queste cose, ritenendo che certi libri rimangono invenduti per un motivo e che certe promo sono fatte per i testi mainstream come Tre metri sopra il cielo e la saga di Cinquanta sfumature. Decisa ad ignorare il mio istinto, ho letto le trame ed ho individuato la mia “vittima”.

Un legame fatto di amore e risate

Il romanzo “I baci non sono mai troppi” parla della storia di Eva e Lucía, due amiche che si sono capite e adorate sin dal primo momento.
Le due ragazze sono diverse, per molti versi diametralmente opposte, ma si apprezzano proprio per questo: la loro forza è nell’unione.
Il suono che le identifica è quello delle risate, delle risate vere e sincere, di quelle risate che provocano male alla pancia e che in pochi riescono a comprendere.
Nel libro si alterna il punto di vista delle due migliori amiche, facendo continui flash back nel passato: entriamo nel fulcro di uno splendido rapporto di fiducia e di sostegno, partito tra i banchi di scuola e arrivato fino all’età adulta.

Due amiche come protagoniste

Lucía è mora con i capelli corti, è determinata e spavalda; ha quel coraggio di chi nella vita ha superato un gran dolore e non si è lasciato abbattere; prende di petto le situazioni, dice quello che pensa canzonando l’autorità e non curandosi delle conseguenze. Se crede in una cosa la porta a termine e se c’è qualcuno in cui crede è, per l’appunto Eva.


Eva
è bionda, ha i capelli lunghi e non ha subito particolari traumi da piccola. È attirata dalle nuove esperienze ma non ha il coraggio di farle da sole, preferisce rinunciare a fare una cosa se non è sicura di saperla fare. La tipica sognatrice che crede nell’amore, ma soprattutto crede nel suo porto sicuro, la sua amica del cuore che si chiama Lucia.

Un romanzo tenero e commovente, pieno di humor e di dolcezza. Un inno alla vita e all’amicizia vera.

Consiglio vivamente la lettura di questo libro a tutte le donne che credono nell’amicizia, a tutte quelle che si rendono conto di quanto il sostegno e la comprensione femminile sia di vitale importanza.

♥♥♥♥♥ un must!!!