Attento a ciò che dici, leone da tastiera

Si muove quatto quatto per la città e fa fatica ad esporsi di persona, ma ecco che il leone da tastiera sfoga tutte le sue carte attraverso i social network…
Ogni giorno una ragazza si alza e sa che probabilmente dovrà correre da un’amica per ridere di tutte le baggianate che sono in grado di raccontare i famigerati leoni da tastiera! Chi sono costoro? Potrebbe essere un amico, un conoscente, un collega, un papabile flirt: si nascondono tra i visi più insospettabili, vediamo un po’ di tipologie:

#1 Il filosofo: l’obiettivo è impressionare, stupire, stuzzicare l’interesse del pubblico delle sue seguaci con argute riflessioni sull’animo umano, sulla società odierna e sulla situazione politica. Si sente un opinionista del web, crede che il mondo non sarebbe lo stesso senza le sue perle e quindi sceglie di condividerle con tutti noi. Poi se ci uscite la sera è in grado di uscirsene con le bassezze più superficiali della storia, però nei social non si scherza: vere perle snocciolate quotidianamente per noi poveri “plebei”.

#2 Il marpione: è il tipo da chat, perennemente online e costantemente alla ricerca di sistemi per accrescere il suo ego. Vero mago della tastiera, fa di tutto per flirtare e per avere la certezza che qualcuno gli stia sbavando dietro. E’ quello che usa frasi ad effetto perché sa che possono spiazzare, non so bene chi o cosa, però lui ne è convinto, quindi lasciamolo libero di crederci. Incoraggiatelo ironicamente e vedrete che non ha il coraggio di portare avanti i discorsi, perché in realtà lui non è un dongiovanni, ma solo un wannabe: quello che noi abbiamo definito complessato e che ci fa tanto, ma tanto, sorridere.

#3 L’inquisitore: perennemente incazzato con il mondo e deciso a scagliare tutte le sue ire solamente sui social. Perché non si sa come mai, ma a parole non dice niente. Combatte guerre virtualmente, dimostrando senza alcun riserbo il suo astio verso l’intero cosmo. Sia mai, però. che proviate ad avere un confronto diretto con lui, perché si nasconde dietro sorrisi finti e non porta avanti il suo pensiero dal vivo: è senza peli sulla lingua, ma SOLO sulla sua bacheca di Facebook.

Personalmente io trovo i leoni da tastiera una delle specie più divertenti in assoluto. Il loro modo unico di cambiare personalità dal vivo e in rete scatena momenti di grandissima ilarità. Mi piacerebbe tanto capire se anche loro scherzano o se la credono per davvero, ma per scoprirlo dovrei fargli parlare chiaro e smetterebbero di essere motivo di intrattenimento.

A chi ha a che fare con loro consiglio, infatti, di prenderli un po’ in giro dando loro corda, ricordandovi che, dietro una tastiera è facile ruggire, anche se si ha la personalità di un cucciolo di gatto impaurito!