Appuntamenti da evitare, per non trovarsi a dire “sei un pezzo di me…”

Appuntamenti da evitare, per non trovarsi a dire “sei un pezzo di me…”

Levante canta “sei un pezzo di me…” e ogni volta che la sento penso che con sole tre lettere in più avrei dedicato questa canzone con molto piacere. Avete mai conosciuto un vero “pezzo di me…”? Mi pare di sentire il coro “siii”. Come tutte, ognuna ha la sfiga di incontrare nel suo cammino almeno un esemplare di uomo che va ad infangare tutta la specie. E se le più fortunate ne incontrano solo uno, ovviamente io e le mie amiche non facciamo parte di questa categoria. Userò un nome di fantasia e vi racconto un po’ di questa deliziosa personcina…

Ludovico: benvenuto nella tua cassetta

In certi casi gli incontri sono proprio dettati dal destino: mettiamo che siate in serata con le vostre amiche, siete allegre e state scherzando. Ti viene in mente di aggiungere su Facebook quel tipo che guardi sempre quando esci e… in realtà sbagli persona. Lo scopri solo quando ti viene accettata l’amicizia ma, comunque, il tipo in questione è pseudo carino e in più ti ha pure scritto quindi dai: “vediamo cosa dice questo tipo, il destino non può essere così stronzo”.

Il destino sa essere stronzo, eccome

Indovina indovinello il destino vuole che il ragazzo con cui per caso vi state scrivendo è davvero carino, avete argomenti in comune, ascoltate la stessa musica. Questa cosa della musica ci frega mille volte, finché ho realizzato che per una persona onnivora di musica come me è praticamente impossibile non trovare punti in comune con qualcuno. Si continua a chattare fino allo stremo; si parla di tutto ma in realtà non si parla di nulla e poi, finalmente, si arriva al primo appuntamento tanto atteso.

Nove volte su dieci la prima uscita va sempre bene

I primi appuntamenti sono i più belli, salvo alcuni rari casi. Si beve del vino, si fanno due passi, ci si svela un pochino, si crede di aver scoperto tutto e invece non si capisce nulla. Si torna a casa piene di speranze, piene di false certezze e sicure di aver fatto centro… Ludovico in questo è stato favoloso, ha saputo giocare le carte migliori, condividendo racconti sulla sua famiglia, vergognandosi della sua goffaggine e esordendo la sua dolce timidezza. Quindi è normalissimo cascarci con uno così.

Eh sì, cascarci in pieno perché ‘che bel bacio c’è stato’, il bacio porta a maggiore chimica e la chimica porta ad esplorarsi anche sessualmente… Fin qui niente di strano. È strano invece quando il sesso porta alle coccole prima del tempo, quando ricevi gesti carini dolci inaspettati e poi, da un giorno all’altro, più niente.

Più niente

Un po’ alla volta il nostro Ludovico si dilegua, perché indovinate un po’: sta vivendo con il fantasma della sua ex. Care mie, i fantasmi fanno veramente paura, così che il nostro caro pezzo di me… sceglie di rintanarsi e di nascondersi in un luogo a noi oscuro. Dove si sarà nascosto? Per caso costui si è rintanato con i calzini spaiati e le forcine?

A volte ritornano

Quando pensate che vi sentite prese per il culo, che ne avete le palle piene di questi pezzi di me… e che il karma non sta agendo: NON TEMETE. Respirate, aspettate e scoprirete che quelli come Ludovico si smerdano da soli. Dopo un mese passato a vendersi come il più carino, cuccioloso e fragile, dolce e ferito da noi donne così cattive, lui tornerà. L’autogol è arrivato una sera quando era evidentemente sbronzo e ha scritto uno squallido messaggio proponendoti di sc****e credendo di fare il figo. Che poi dico, si crede tanto spaccone per una proposta su Instagram e poi quando lo si incrocia dal vivo non ha nemmeno il coraggio di dire ciao… poverino.

Ecco, quando capitano delle situazioni del genere e vedete i Ludovico della situazione svelarsi per quello che veramente sono capirete tutto. Realizzerete che le vere fighe siete voi, mentre quelli come lui non vi lasciano niente, vi fanno solo sorridere e vi fanno realizzare che sono semplicemente dei grandissimi pezzi di me…RDA.

 

Ndr: ringrazio tantissimo la super Levante per l’ispirazione <3